28 febbraio 2014

MELE E FRAGOLE FRITTE

...Non potete immaginare l'odore di fritto che da giorni si è impossessato della mia cucina..Sto friggendo frittelle ogni pomeriggio, le mie tende mi stanno chiedendo ossigeno e le candele profumate ormai hanno finito tutta la cera..Ma, sinceramente, almeno una volta all'anno si può fare, ci si può permettere di friggere quotidianamente..E poi il risultato ti ripaga di tutto l'odore..L'areazione della cucina e la dieta possono attendere ancora qualche giorno..

Con le frittelle di oggi riduciamo "leggermente" le calorie introducendo un po' di frutta... Oltre alle mele, ho voluto provare a fare le frittelle con le fragole...Devo dire che sono ottime, una tira l'altra.. Assolutamente da provare..


INGREDIENTI 
per le frittelle di mele:
2 mele 
100gr di farina 00
100ml di latte
2 cucchiai di panna liquida
3cucchiai di zucchero
1 uovo
un pizzico di bicarbonato
un cucchiaino di cannella

per le frittelle di fragole
20 fragole
100gr di farina 00
4 cucchiai di zucchero a velo
1 uovo
4 cucchiai di acqua ghiacciata
un cucchiaino di lievito per dolci
un bicchierino di brandy o baileys

PREPARAZIONE:
Iniziare preparando la pastella per le mele: setacciare la farina in una ciotola, aggiungete l'uovo, lo zucchero, la cannella, il latte e la panna liquida. Mescolare con una frusta a mano finché la pastella non sarà liscia, senza grumi. Lasciatela in frigo a riposare per circa 45 minuti
Per la pastella per le fragole: setacciate la farina in una ciotola con lo zucchero a velo, il lievito, l'uovo, un bicchierino di liquore e 4 cucchiai di acqua ghiacciata. Mescolare fino ad ottenere una pastella liscia e densa. Far riposare anche questa in frigo per 45 minuti.

In un tegame mettere dell'olio di arachidi o di oliva e farlo scaldare. 
Prendete le mele, sbucciatele e togliete il torsolo con il levatorsoli e tagliatele a fette orizzontali  non troppo sottili. Spruzzate del limone e dello zucchero sulle fette e passatele nella pastella alla quale avrete aggiungo un pizzico di bicarbonato. Friggetele nell'olio caldo da entrambe le parti per un paio di minuti. Mettetele su della carta assorbente per sgocciolare.

Lavate le fragole, togliete la parte verde e copritele con un po' di farina. Prendetele con uno stuzzicadente, passatele nella pastella e friggerle in olio caldo: tenetele sotto l'olio per un paio di minuti con la schiumarola. 
Mettetele su della carta assorbente per sgocciolare.

Mettete le frittelle su un vassoio, spolveratele di zucchero a velo e servite.





Bontà divina...



26 febbraio 2014

MASCHERINE DI CARNEVALE

..Continuiamo con la mia produzione di dolci fritti..Queste mascherine le ho viste un pò dappertutto, su internet e sulle riviste di cucina, mi sono piaciute subito, una forma particolare per presentare le frittelle..Così ho pensato di farle anch'io, una produzione di 60 frittelle, un pomeriggio intero ai fornelli con un ottimo aiutante, il mio bimbo di 5 anni..Pomeriggio faticoso, ma dal risultato molto appagante...E soprattutto stamattina vedere tutti i bambini dell'asilo di mio figlio felici per l'arrivo delle frittelle colorate, mi ha ripagato di un intero pomeriggio immersa nell'odore di fritto.. 

La ricetta base è quella delle chiacchiere, premunitevi di una mascherina di carta (io l'ho stampata da internet) della mitica "nonna papera" e via...Si può iniziare con la produzione di frittelle..


INGREDIENTI
(per circa 60 chiacchiere)
350 gr di farina 00
2 uova
50gr di burro a pezzetti
vanillina
scorza di un limone
60 gr di zucchero
20 gr di acqua
20 gr di brandy
un pizzico di sale

miele o marmellata
codette di zucchero colorate
olio di semi per friggere

PREPARAZIONE
Impastare tutti gli ingredienti meno che l'acqua..Aggiungerla alla fine piano piano, fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Lasciarla riposare in frigo per circa 30 minuti.
Tagliare la pasta a pezzetti ed iniziare a tirarlo a sfoglia con un pò di farina (io ho usato la "nonna papera"). Ho iniziato dal numero uno, fino al numero 5 (è la penultima tacca della mia macchinetta). Tagliare la mascherina aiutandovi con la sagoma di carta con un tagliapasta smerlato. Friggerle in olio caldo per circa un minuto, da entrambi i lati, devono solo dorarsi. Metterle su carta assorbente o carta pane per togliere l'eccesso di olio. 
Spennellarle di miele (io ho usato la mia marmellata di pere e arance) e cospargerle di codette zuccherate colorate. 


Se vi avanza della pasta potete surgelarla o tenerla in frigo per una paio di giorni.
Conservatele chiuse in una scatola di latta o chiuse con della carta trasparente. La marmellata o il miele le renderà leggermente più morbide, meno croccanti..Ma il sapore è sempre divinamente appetitoso..




Con questa ricetta partecipo al contest "Carnevale 2014" di Bricolage-ricette:




25 febbraio 2014

MINI BOMBOLONI alla crema di banana

..E' iniziato il Carnevale e non ho ancora sfornato nemmeno un dolce fritto..Non amo friggere per questioni di odore, ma amo i dolci fritti..E così, almeno a Carnevale, friggo..Ed ecco il mio primo dolce: i bomboloni. Sono uno dei mie dolci fritti preferiti, ne mangerei uno dopo l'altro da quanto sono soffici e gustosi..Golosissimi vuoti, ma diabolicamente superlativi ripieni di crema..Per evitare di aumentare senza sosta le calorie di questo dolce ho pensato ad una semplice e leggera crema di banane..Devo dire che ci sta molto bene, dà un non so che di esotico..


INGREDIENTI
(per circa 20 mini bomboloni)
200 gr di farina 00
160 gr di patate
1 tuorlo
la scorza di un limone
15gr di lievito di birra fresco
15gr di burro morbido
3 cucchiai di latte
40 gr di zucchero semolato

una banana
80 gr di yogurt bianco magro

PREPARAZIONE
Lavate e lessate le patate; tritatele nello schiacciapatate ancora con la buccia. Lasciatele raffreddare.
Disponete la farina a fontana sulla spianatoia e nella cavità centrale aggiungere il lievito sciolto nel latte tiepido, le uova, la scorza di limone e lo zucchero. Iniziare ad impastare (io ho usato il bimby, si può usare ache l'impastatrice); unire il burro mordido, un pizzico di sale e le patate. Lavorate il tutto fino ad ottenere un composto sodo ed elastico. Formate un panetto, ungetelo di olio e mettetelo in un ciotola che coprirete con carta trasparente. Fatelo lievitare in forno con la luce accesa per circa un'oretta. Stendete l'impasto a uno spessore di circa un cm e con un tagliapasta tondo (io ho usato un bicchierino da liquore) formate tanti dischetti. Disponeteli su un piano infarinato, copriteli con un telo e lasciate lievitare per altri 40 minuti.


Friggeteli in abbondante olio di semi di girasole (potete usare anche quello extravergine, molto meglio, ma vista la quantità, poco economico), rigirandoli con una paletta per farli dorare in modo uniforme. Prelevateli con un mestolo forato e metteteli su della carta assorbente (meglio, se l'avete, la carta del pane, quella marrone) per far perdere l'olio. 

Preparate la crema; frullate la banana con lo yogurt e con una sacca da pasticciere a bocchetta lunga bucate i bomboloni e riempiteli di crema. 
 Spolverizzateli di zucchero a velo e servire. Io li preferisco quando si sono raffreddati, ma sono ottimi anche tiepidi..






Con questa ricetta partecipo all'iniziativa "Dedica un dolcetto al progetto MDPed":

DEDICA UN DOLCE AL PROGETTO MDPed: Manovre di disostruzione Pediatrica !!!


Ogni anno in Italia ci sono 50 famiglie distrutte da una tragedia senza confini: mediamente 1 bambino alla settimana – 50 bambini all’anno – perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo, perché chi li assiste nei primi drammatici momenti NON è formato a queste manovre e genera disastrose conseguenze.
Bocconi “andati di traverso”, l’agire presi dal panico magari cercando di togliere il corpo estraneo con le dita potrebbe peggiorare la situazione. Sapere cosa fare, invece, fa la differenza!

Per questa ragione vi chiedo di condividere questo messaggio e di informarvi se nella vostra zona è in programma un CORSI PER ESECUTORIMDPed.
Istruttori qualificati MDPed di C.R.I. ti insegneranno con precisione cosa fare, per eseguire in totale sicurezza tutte le manovre di disostruzione. Durante i corsi MDPed verranno fornite preziose nozioni anche sulla RCP pediatrica (Rianimazione Cardio Polmonare) e, nei corsi dedicati PBLS-D, sarai abilitato all’uso del DAE (defibrillatore semiautomatico esterno) anche per personale NON SANITARIO quali mamme, insegnanti asili nido, maestre scuole elementari, bagnini, allenatori sportivi etc…

Contatti per Varese e provincia: mdped@provincialecrivarese.it www.mdped‐varese.it 
Contatti per le altre regioni sul sito della Croce Rossa Italiana


24 febbraio 2014

LASAGNE AL RAGU' DI ZUCCA

..Ed ecco che ricomincia la settimana..Domenica fantastica passata sulla neve: un sole bellissimo e accogliente, e tanta morbidissima neve bianca..Non so se succede anche a voi, ma quando vedo tanti cumuli di neve mi verrebbe voglia di mangiarla tutta, tanto sembra panna montata..Un tuffo nella panna, sarebbe il sogno di molti di noi immagino..

Con questa introduzione pensavate ad una ricetta tutta pannosa, ma no, dopo una giornata di sci ci vuole proprio un bel primo fumante e salutare, per riprendere l'energia dopo la faticosa giornata..Ed ecco le lasagne, un piatto italiano molto invidiato, ma con una golosa variante: la zucca al posto della carne.. I vegetariani ringrazieranno, ma devo dire che è molto buona, dolce e delicata come solo la zucca riesce ad essere...


INGREDIENTI
(per 4 persone)
8 fogli di pasta fresca all'uovo
600gr di polpa di zucca
Misto per soffritto surgelato
200 gr di passata di pomodoro 
salsa di soia (io la uso per sfumare al posto del vino bianco)
un bicchiere d'acqua
un cucchiaino di brodo granulare vegetale
formaggio cremoso (io ho usato il philadelphia senza lattosio con un goccio di latte)
formaggio grattugiato
Sale, pepe

PREPARAZIONE
Iniziare preparando il ragù di zucca: tagliare la polpa di zucca a dadini, mettere in una pentola il misto per soffritto a rosolare con un goccio d'olio extra vergine d'oliva. Aggiungere la zucca e farla rosolare per qualche minuto. Sfumare con mezzo bicchiere di salsa di soia o vino bianco, salare e pepare e aggiungere la passata di pomodoro. Aggiungere l'acqua e il brodo granulare e far cuocere per circa 20/25 minuti, mescolando ogni tanto fino ad ottenere un ragù denso e cremoso. Ammorbidire il formaggio cremoso con un goccio di latte, in modo da ottenere una crema liscia, leggermente densa. 
Preparare le lasagne. Stendere due fogli di sfoglia in una teglia unta di olio, coprire con il ragù e il formaggio, coprire con altre sfoglie, fino a finire gli ingredienti. Concludere con una bella spolverata di formaggio grattugiato.


Infornare a 200° (forno statico) per circa 20 minuti.


Dolce e filante...Assolutamente da provare..


22 febbraio 2014

TORTA VELOCE ALL'ARANCIA

..Ed ecco che è arrivato il weekend..
Finalmente ci si può riposare dopo una settimana di lavoro, finalmente possiamo godere della compagnia della famiglia o degli amici..Quale modo migliore di passare una giornata in compagnia di qualcuno se non quella accompagnata da un'ottima fetta di torta..
Se poi la torta è leggera, morbida e sopratutto veloce da fare un motivo in più per metterci ai fornelli..
Penso sia una torta che vada bene in ogni momento della giornata, ideale per la mattina, fantastica all'ora del tè, e leggera alla fine di un pasto..

Auguro a tutti una buona domenica, io la dedicherò, come quasi ogni giorno, alla mia amata cucina..


INGREDIENTI
(per uno stampo da 22 cm.)
80gr di philadelphia light (io ho usato quella senza lattosio)
100gr di zucchero di canna
80gr di zucchero bianco
100gr di olio di semi
150 gr di farina 00
100 gr di farina integrale
il succo e la scorza grattugiata di un'arancia
2 uova
mezza bustina di lievito

PREPARAZIONE
Mettere tutti gli ingredienti in una terrina e mescolare con una frusta elettrica. Mettere in una tortiera e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 35 min (forno statico). 
Veloce e deliziosa!!




21 febbraio 2014

ROSELLINE DI PLATESSA AL CARTOCCIO

..Quando ho letto questa ricetta sono rimasta affascinata dal metodo di cottura utilizzata..Una novità per me e naturalmente dovevo provarla..Ero un po' dubbiosa sull'esito della cottura, ma sono rimasta piacevolmente entusiasta..Un piatto pronto in mezz'ora e con una delle cotture più salutari, il cartoccio..E non nel forno.. Curiose, eh!?


INGREDIENTI
(per 2 persone)
Filetti di platessa (o sogliola) 400gr (io ho usato quelli surgelati fatti scongelare)
Una zucchina
Due carote 
Un finocchio
Foglie verdi del porro
Olio extravergine, sale e pepe

Per la salsina
2 limoni
un cucchiaino di senape, sale e pepe
un bicchiere di olio extravergine
erba cipollina

PREPARAZIONE
Lavate i filetti di platessa, tagliateli a metà per la lunghezza e spennellateli con dell'olio. Salateli e pepateli. Arrotolateli a rosellina e fermarteli con uno stuzzicadente. Pulire le verdure e tagliarle a dadini: tagliare a striscioline le foglie del porro. Sbollentate tutte le verdure in una pentola capiente con dell'acqua salata per circa 3 minuti, poi adagiatele su un telo. Foderate una pirofila (io ho usato un piatto fondo) con della carta da forno bagnata e strizzata  e ungetela con dell'olio extravergine. Legate le roselline di platessa con le strisce di porro e togliete lo stuzzicadente.


 Inserite le verdure nella pirofila e le roselline di platessa: chiudere il tutto con un cartoccio di carta d'alluminio e poggiarvi sopra un piatto capovolto un po' più grande della pirofila. Sistemate la pirofila sulla pentola delle verdure con l'acqua sempre a bollore e cuocete per circa 15 minuti



Sciogliete nel succo dei limoni, sale, pepe e senape. Unite il bicchiere d'olio extravergine sbattendo con una forchetta e l'erba cipollina. Togliete l'alluminio e condite la preparazione con la salsa. 

20 febbraio 2014

STRACCETTI DI TACCHINO AL TIMO

..Ultimamente sto provando un sacco di ricette nuove, sto rispolverando tutti i miei libri, riviste di cucina che popolano le mensole della mia cucina..Ho un mare di saggezza culinaria di cui non immaginavo nemmeno..
Soprattutto ho notato di avere libri con ricette semplici e veloci, non amo i piatti particolarmente elaborati, anche perché il tempo al giorno d'oggi è molto prezioso e non amo correre in cucina..Quindi preferisco fare con calma ricette veloci che velocemente ricette troppo elaborate..E poi avendo un bambino preferisco preparare piatti che possa apprezzare anche lui..

Ed ecco la ricetta di oggi, degli straccetti di tacchino fritti profumati al timo (la ricetta originale prevedeva il rosmarino, ma io non lo amo particolarmente)..Devo dire che sono molto buoni e croccanti, da mangiare possibilmente con le mani  e immersi nel ketchup..I bambini apprezzeranno molto..E non solo loro..



INGREDIENTI
(per 4 persone)
600gr di fesa di tacchino
3 uova
il succo di mezzo limone
Timo o rosmarino
80gr di pangrattato 
2 cucchiai di formaggio grattugiato 
Olio extravergine d'oliva

PREPARAZIONE
Riducete a striscioline larghe circa 2 cm le fettine di fesa di tacchino. Sbattere le uova in una ciotola, incorporatevi il succo di mezzo limone e una manciata di pepe. Immergetevi gli straccetti di tacchino e lasciateli fino al momento di friggerli. Tritate il timo o il rosmarino (io ho usato quello secco nei vasetti), e mescolatelo con il pangrattato e il formaggio grattugiato. Mettete dell'olio extravergine in una pentola dai bordi alti: sgocciolate gli straccetti dall'uovo e passateli nel pangrattato. Friggeteli a fuoco vivo finché non diventano dorati. 


Scolateli su carta assorbente e serviteli con il ketchup.







18 febbraio 2014

TERRINA DI PEPERONI E ZUCCHINE

..Penso che la cosa più difficile nell'avere un blog di cucina sia la foto del piatto..Prima di aprire il mio blog ne ho osservati tanti e ho notato che il mio interesse si limitava alle foto di presentazione del piatto..E mi soffermavo solo su quelle particolarmente accattivanti..D'altronde non potendo assaggiare via pc il piatto, il senso che ci permette di capire se un piatto sia di nostro gradimento è la vista..Con alcune foto addirittura mi veniva l'acquolina alla sola vista..
Ma non pensavo che fotografare un piatto fosse così impegnativo..Bisogna preparare il set, sistemare ordinatamente il piatto, mettere a fuoco la parte del piatto che si vuole sottolineare e soprattutto tenere la macchina fotografica il più ferma possibile..Diciamo che ci vuole più tempo a fotografare il piatto che a prepararlo..Piano piano sto  migliorando, sto facendo anche un corso di fotografia per poter presentare foto sempre più belle..Mi auguro che le mie presentazioni diventino sempre più belle sia per invogliarvi a cucinare sia per il solo piacere dei vostri occhi di visitare il mio blog..

Il piatto di oggi può essere considerato come un contorno o un piatto unico, a seconda della fame..Io l'ho servito come piatto unico con un'insaltina di crauti..Delizioso e golosissimo..


INGREDIENTI:
(per circa 6 persone)
Peperoni rossi in agrodolce 300gr (io ho usato anche quelli gialli)
2 zucchine grandi
2 patate
Formaggio morbido (io ho usato la crescenza, la ricetta prevede il "primo sale")
4 uova
3 cucchiai di parmigiano
1/2 bicchiere di yogurt bianco
Sale, pepe, olio d'oliva

PREPARAZIONE
Spuntare le zucchine, sbucciarle  e tagliarle a fette sottili con una grattugia. Fare lo stesso con le patate sbucciate. Metterle su due teglie da forno con carta forno spennellata di olio. Conditele con sale e un po' d'olio. Infornate per circa 10 minuti a 180°. Asciugate i peperoni e tagliateli a pezzi grandi. Tagliate il formaggio a fette. Sgusciate le uova in una ciotola e sbattetele con lo yogurt, il formaggio grattugiato, un pizzico di sale e del pepe. Spennellate di burro fuso uno stampo da plumcake (io l'ho spennellato ugualmente anche se era in silicone). Foderare la base e parte delle pareti con le zucchine, sovrapponendole leggermente. Formare uno strato di patate e uno di peperoni. Versatevi metà del composto di uova e distribuitevi alcune fette di formaggio. Formate altri strati con le verdure, terminando con il composto di uova.



 Infornate a 180° per circa 60minuti (il mio si è cotto troppo, abbasserei un pò il tempo di cottur). Lasciate riposare per circa 15minuti e servire tiepida. 






16 febbraio 2014

MUFFIN DI FARRO ALLE FRAGOLE E MANDORLE

..Sinceramente non amo particolarmente il muffin, preferisco il suo vicino parente il cupcake..Sia come gusto che come decorazione..Ma la cosa che mi piace di entrambi i dolci è la loro versatilità, la possibilità di farli con qualsiasi ingrediente, trovando un mix di ingredienti giusti si possono sfornare tanti tipi di muffin o cupcakes..
Così ho provato ad unire degli ingredienti molto salutari e genuini, come il farro, la fragola e la mandorla..Devo dire che è uscito un ottimo muffin, un gusto che va dal sapore intenso tipico del farro, al dolce delle fragole, all'aroma inconfondibile delle mandorle..Ogni boccone è una continua sorpresa, e la leggerezza e la morbidezza di questo muffin conquisterà tutti..


INGREDIENTI:
(per circa 8 muffin)
170gr di farina di farro
70gr di zucchero di canna
mezza bustina di lievito vanigliato
scorza di un limone
un uovo
150 gr di yogurt bianco
40 gr di olio di semi di girasole

Fragole tagliate a pezzi piccoli
Lamelle di mandorle

PREPARAZIONE
Mescolare in una ciotola gli ingredienti secchi e in un'altra sbattere leggermente tra loro gli ingredienti liquidi. Unire il tutto mescolando velocemente. Otterrete un impasto grumoso. 


 Riempire i pirottino fino a 3/4, versarci sopra qualche pezzettino di fragola leggermente infarinata e le lamelle di mandorla. Infornare per circa 25 minuti a 180° (forno statico). 


 Sfornare e lasciarli raffreddare.




Con questa ricetta partecipo al contest "Un anno di colazioni: i muffin" di Letizia in Cucina in collaborazione con FIMora:




14 febbraio 2014

CROSTATA MERINGATA AL LIMONE

..Buon San Valentino a tutti, innamorati e non..E soprattutto auguri a tutte le Valentine e i Valentini, tra cui ci sono anch'io...Infatti io oggi festeggio anche l'onomastico, così mi sono preparata la mia torta preferita, il mio primo dolce che preparai per la prima volta più di 10anni fa.. Penso sia una delle torte più buone che abbia mai fatto..Assolutamente da provare..


INGREDIENTI:
(per una tortiera da 24 cm)
Per la pasta frolla
300gr di farina
un uovo
un tuorlo 
80gr di zucchero 
vanillina
130 gr di burro freddo

Per la crema al limone
70 gr di burro
100gr di zucchero
il succo e la buccia di un limone non trattato
2 uova

Per la crema pasticcera
250gr di latte 
1 uovo
50gr di zucchero
20gr di farina

Per la meringa
3 albumi
100gr di zucchero a velo
un pizzico di sale

PREPARAZIONE:
Iniziare con la preparazione della pasta frolla, amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo e lasciarla riposare mezz'ora nel frigo. Ricoprire una tortiera (io ho usato una tortiera a forma di cuore), bucherellare il fondo, coprirla con la carta da forno e dei legumi secchi e cuocere in forno per circa 15minuti a 180°. Togliere i legumi e la carta forno e cuocere per altri 5 minuti. 

Preparare la crema al limone:
In un pentolino sciogliere il burro con  lo zucchero, aggiungere il succo e la scorza del limone e le uova sbattute. Cuocere a fuoco lento, sempre mescolando finché non si addensa.

Preparare la crema pasticcera:
Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e cuocere a fuoco lento finché non si addensa. 

Unire le due creme e spalmare sopra il guscio cotto di pasta frolla.

Preparare la meringa
Montare a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e aggiungere piano piano lo zucchero a velo.
Mettere la meringa in una sacca da pasticcere e fare dei ciuffi sopra la crema pasticcera al limone. (potete spalmare la meringa anche con il dorso di un cucchiaio formando delle onde).
Cuocere in forno per circa mezz'ora a 150°. La meringa deve scurirsi leggermente in superficie. Lasciare raffreddare e servire..


13 febbraio 2014

CUORI DI PASTA SFOGLIA

..Ed ecco arrivata la vigilia di San Valentino..Spero di avervi dato validi spunti per la vostra cenetta a due..Io penso proprio che mi farò portare fuori a mangiare, è da due settimane che cucino piatti romantici ed amorevoli, una serata al ristorante penso di essermela ampiamente meritata.. 

Ecco un altro antipasto velocissimo per l'inizio della vostra cena..Diciamo un piatto last minute..Pronto in pochi minuti, ma molto buono e delicato..



INGREDIENTI
un rotolo di pasta sfoglia
Philadelphia
gamberetti, seppie grigliate sott'olio e surimi
un uovo

PREPARAZIONE
Srotolare il rotolo di pasta sfoglia e con uno stampino a forma di cuore tagliare 16 cuori. Con uno stampino più piccolo fare all'interno di 8 cuori un altro cuore. Spennellare il cuore intero con dell'uovo sbattuto e apppoggiargli sopra la cornice di cuore. Spennellare anche quest'ultima con l'uovo sbattuto. (i ritagli della cornice si possono spennellare di uovo e cospargere di spezie, io ho usato l'erba cipolllina, la paprika e i semi di papavero).


Cuocere in forno statico per circa 10minuti a 180°. Una volta cotti svuotare il vol-au-vent e con una sacca da pasticcere o con un cucchiaino riempirli di philadelphia ammorbidita.  


Decorare i cuori con i gamberetti, seppie e surimi. Servire su un'insalatina.






12 febbraio 2014

RAVIOLI DI PESCE

..Ed ecco un delicato e buonissimo primo per stupire la vostra metà il giorno di San Valentino..I ravioli sono un primo ideale per una cena a più portate, non riempiono eccessivamente e soprattutto sono di una delicatezza pazzesca se ripieni di pesce..Ho preparato il raviolo con la pasta delle lasagne, ho trovato questo trucco su un mio vecchio libro di ricette..E devo dire che aiuta parecchio, soprattutto per chi come me ha già provato a fare la pasta dei ravioli a casa, ma con deludenti risultati..Naturalmente ci riproverò, una vera cuoca deve saper fare tutto, ma per il momento un aiutino express non mi farà male...


INGREDIENTI
(per due persone)
150 gr di nasello (io l'ho preso surgelato e fatto scongelare)
Pasta all'uovo fresca per lasagne molto sottile (sfogliavelo)
Gamberetti
30gr di pancarre (io ho usato quello integrale)
un albume
formaggio grattugiato 
Burro
Pomodorini
Scorza di limone
Erba cipollina

PREPARAZIONE
Iniziamo preparando il ripieno. Mettere in un robot il nasello e il pane e tritare tutto. Aggiungere un albume e tanto formaggio grattugiato da ottenere un impasto sodo. Insaporire con sale, pepe, erba cipollina e scorzette di limone. Lasciare in freezer per circa 10minuti. Dividere le sfoglie a metà e spennellate con dell'albume. Mettete un po' di ripieno in una parte di sfoglia e aggiungete un gamberetto. Chiudete con l'altra metà della sfoglia sigillando bene.  


 Ritagliateli con un coppapasta a forma di cuore. Mettere a bollire dell'acqua salata e cuocervi i ravioli (pochi alla volta per non farli rompere) per circa 3 minuti. Preparare il sughetto, facendo sciogliere in una padella del burro, aggiungervi i pomodorini e i gamberetti..


Far cuocere per qualche minuto e versare sopra i ravioli cotti. Servire subito..







11 febbraio 2014

CUORI DI MERINGA

..Ed ecco un'altra idea per San Valentino..Questa volta ho optato per qualcosa che può essere regalato..Invece di comprare cioccolatini o altre cose, perchè non regalare qualcosa fatto con le nostre manine..Alla fine in ciò che cuciniamo mettiamo sempre un pizzico di amore..

Ho pensato alle meringhe perché penso che piacciano al 90% della popolazione mondiale..Così ho pensato di modificarne solo la forma e il colore..Divine e golosissime...



INGREDIENTI:
100gr di albumi (meglio se vecchi di qualche giorno)
300 gr di zucchero a velo (3 volte il peso degli albumi)
un pizzico di sale
vanillina
colorante in gel rosso

PREPARAZIONE:
Con planetaria o fruste da cucina
Montate gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale e metà dello zucchero a velo.
Aggiungere il restante zucchero a velo, vanillina, e un pizzico di colorante rosso continuando a montare.
Con il bimby
Metti gli albumi, il sale e lo zucchero nel boccale con la farfalle e monta 7min 37° Vel. 2, lascia raffreddare con il coperchio aperto per circa 10minuti e poi monta nuovamente aggiungendo la vanillina e il colorante 7min. Vel. 2

Una volta montati gli albumi trasferirli in una sacca da pasticcere e formare dei cuori. 


Mettere in forno a 90° (forno statico) per circa 1 ora e mezza. A cottura ultimata lasciatele ancora in forno socchiuso per un'altra oretta. 



Per confezionarle prendere dei sacchettini trasparenti (io le trovo in una semplice cartoleria), stampare un immagine di san Valentino, ripiegarla su sé stessa e pinzarla per chiudere il sacchetto (ripiegando anche il sacchetto). Ed ecco un bel pensiero per tutti coloro a cui volete bene.. 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...