29 settembre 2014

TORTINI DI MIGLIO

In questo periodo sono in una fase di nostalgia per gli alimenti antichi.. Io ho sempre amato la storia in generale, ma non ho mai pensato, o meglio, non mi sono mai soffermata su ciò che veniva consumato in tempi passati.. Al giorno d'oggi, con l'avanzare di una più alta consapevolezza del mangiare bene, tutti noi abbiamo riscoperto cibi che per i nostri antenati erano all'ordine del giorno, piatti poveri, ma ricchi di tutto ciò che il nostro organismo ha bisogno..E non bisogna andare in Estremo Oriente o in Nord America, ma basta guardare a casa nostra..Ed è così che ho scoperto il miglio, molto diffuso soprattutto in Italia all'epoca dei Romani, ma da tanti anni diventato solo mangime per gli uccelli. 
Un alimento dal sapore gradevole, molto amato dai vegetariani, ma che sorprenderà anche noi onnivori, per la sua facilità di utilizzo e di impiego. 


INGREDIENTI:
(Per circa 6 monoporzioni)
120gr di miglio
400 ml di latte
100 gr di yogurt greco
3 uova
4 cucchiai di formaggio grattugiato
sale, pepe, noce moscata
una noce di burro
pangrattato per gli stampini

PREPARAZIONE
Sciacquare il miglio sotto l'acqua fredda fino a quando quest'ultima non scenderà limpida. Rosolatelo nel burro per circa un minuto a fiamma viva mescolando con un cucchiaio.
Unite il latte bollente, un cucchiaino di sale grosso e riportate a bollore: abbassate la fiamma, mettete il coperchio e cuocete per circa 20 minuti (o come riportato sulla confezione).
Spegnete il fuoco e fare raffreddare il miglio nel latte.
Imburrate gli stampini monoporzione e rivestiteli con il pangrattato. Scolate il miglio e trasferitelo in una ciotola, aggiungete il pepe, la noce moscata, i tuorli, lo yogurt greco e il formaggio grattugiato fino ad ottenere un composto sodo.
Montare gli albumi a neve ben ferma ed incorporarli al miglio delicatamente.


Versare il composto negli stampini e cuocere i tortini a 200° (forno statico) per circa 30 minuti (fare sempre la prova stecchino).
Lasciare intiepidire, togliere dallo stampo e servire.



Io li ho accompagnati con del pesto fresco e delle mini cialde di formaggio grattugiato.
Si conservano in frigo per qualche giorno, riscaldare leggermente prima di servire.




26 settembre 2014

BISCOTTI SENZA GLUTINE

..Non è la prima volta che provo una ricetta senza glutine..Ogni tanto mi piace affrontare nuove sfide per soddisfare i palati di chi per problemi di intolleranza non può mangiare tutto ciò che propongo..Possono solo gustarsi virtualmente il piatto attraverso il pc..Così, quando un'amica mi ha chiesto di trovare una ricetta della pasta frolla per suo figlio celiaco, mi sono messa subito all'opera. Devo dire che la sfida è stata più difficile di quanto pensassi, ho provato varie ricette, ma sinceramente tutte avevano sempre un problema: c'era quella i cui biscottini si squagliavano in cottura, quella dal gusto inesistente e quella difficilissima da lavorare..Alla fine ho trovato questa ricetta del Blog "Pane, amore e celiachia" e facendo solo una piccola modifica ho finalmente raggiungo il mio obbiettivo: una frolla elastica, compatta che si presta perfettamente alla preparazione di biscotti di varia forma, dal sapore ottimo e sinceramente che non ha nulla da invidiare alla pasta frolla con farina..Anzi, molto più digeribile e salutare..Così ho preparato questi biscottini occhi di bue e ho fatto dei sacchettini da fare assaggiare ai miei amici celiaci.. 
Soddisfatta e soddisfatti al 100%..


INGREDIENTI:
(per circa 30 biscotti)
100gr di farina di riso
100gr di maizena
100gr di fecola di patate
10gr di farina di mandorle (o  mandorle intere da tritare finemente)
125gr di burro freddo da frigo
100gr di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo (io uso le uova medie)
un cucchiaino di miele
la scorza grattugiata di un limone

marmellata (io ho usato quella di pesche homemade)
zucchero a velo

PREPARAZIONE:
Impastare tutti gli ingredienti e formare una palla liscia e compatta.
Mettere in frigo a riposare per circa mezz'ora.
Riprendere la pasta e stenderla tra due fogli di carta forno spolverizzata di fecola
Con un coppapasta rotondo di diametro 5 cm. fare dei cerchi alla cui metà verrà tolto il centro con un coppapasta più piccolo. 
Infornare a 180° per circa 10/15 minuti (forno statico).
Lasciare raffreddare e spalmare la marmellata (si può usare anche la nutella) sui biscotti senza buco e chiuderlo con i biscotti bucati. 
Spolverizzare di zucchero a velo vanigliato.


Io li ho insacchettati per regalare..Un bellissimo pensiero per i vostri amici celiaci..


24 settembre 2014

KANELBULLAR SVEDESI

..Non potevo non farli questi deliziosi panini dolci alla cannella..Hanno accompagnato le mie merende nella mia breve trasferta a Stoccolma e il loro sapore di cannella hanno deliziato le mie papille gustative..Così ho cercato la ricetta in Internet ed eccola qui..La forma che ho trovato a Stoccolma era leggermente diversa, ma la sostanza è diabolicamente uguale..




INGREDIENTI:
(per circa 10 panini)
75 gr di burro
250 ml di latte
16 gr di lievito fresco
50 gr di zucchero
un pizzico di cardamomo (io ho messo la cannella non avendo questa spezia)
un pizzico di sale
500gr di farina 00

Ripieno:
75gr di burro morbido
40 gr di zucchero
un cucchiaio di cannella (io ne metterei un altro, non erano così "cannellosi")




PREPARAZIONE:
Sbriciolare il lievito in una scodella e farlo sciogliere con un pò d'acqua e un pò di zucchero. Sciogliere il burro nel latte e versare il tutto nella ciotola del lievito. Impastare la farina con lo zucchero, il cardamomo, il sale e la miscela di latte e lievito. Lasciare lievitare per circa un paio di ore (io l'ho messo a lievitare in forno con la luce accesa). Nel frattempo preparare il ripieno, mescolando i tre ingredienti. 
Lavorare la pasta su un piano infarinato fino ad ottenere un grande e sottile rettangolo. Spalmare il ripieno sopra (io l'ho spalmato solo in una metà, ma a mio avviso era meglio spalmarlo su tutto il rettangolo) e piegare la pasta a metà. Tagliare delle strisce con un tagliapizza, arrotolare le strisce su sè stesse e avvolgerle a chioccia. 


Metterle sulla teglia da forno e lasciarle lievitare per un'altra mezz'oretta: spennellarle con uova e latte e cospargetele con della granella di zucchero.

Infornare a 180° per circa 20 minuti. 


Da cotte possono essere surgelate e scaldate in forno per una decina di minuti.





Con questa ricetta partecipo al contest "Il viaggio in un piatto" del Blog "La cascata dei sapori":

Contest il viaggio in un piatto




22 settembre 2014

CHEESECAKE ZUCCA ED AVENA

..La torta di oggi l'ho vista in un programma televisivo e la bellezza, nonché la golosità che emanava dal tubo catodico mi hanno convinta a farla nell'immediato..Purtroppo la ricetta non era descritta, quindi, dopo opportune ricerche in Internet, sono riuscita a riproporre nella realtà questa squisitezza telematica.. E devo dire che la sensazione di golosità che produceva la sua unica vista è stata ottimamente riposta nel suo gusto..Un tripudio di sapori che faranno impazzire le vostre papille gustative..



INGREDIENTI 
(per una tortiera da 22 cm)
Per la base:
150 gr di crusca di avena (tritata finemente)
50gr di mandorle senza buccia
100 gr di burro
due cucchiai di zucchero di canna

Per la cheesecake
500gr di philadelphia
2 uova e un tuorlo
80 gr di zucchero semolato
15 gr di fecola
80gr di panna fresca (o yogurt greco)

250gr di zucca
cannella, noce moscata, pepe nero

Per la panna di copertura:
200gr di panna acida (o yogurt greco e succo di limone)
due cucchiai di zucchero a velo vanigliato
un pizzico di cannella in polvere

PREPARAZIONE:
Iniziamo preparando la purea di zucca: tagliare la zucca a dadini e farla cuocere o al forno o bollire per circa 20 minuti, o finché non sarà bella morbida.
Frullarla fino ad ottenere una purea liscia ed omogenea. Tenere da parte.
Preparare la base: tritare finemente la crusca di avena e le mandorle. Sciogliere il burro ed aggiungerlo al composto di avena e mandorle: incorporare i due cucchiai di zucchero di canna.
Amalgamare il tutto e stendere alla base della tortiera coperta da carta da forno.
Lasciare in frigo a riposare.
Preparare la cheesecake:
Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso: aggiungere poco alla volta la philadelphia, sempre montando, la fecola e la panna (o lo yogurt).


Versare metà crema sulla base di biscotti ed infornare a 180° per circa 30 minuti.
Intanto preparare la crema alla zucca: unire alla crema di formaggio rimasta la purea di zucca, aggiungere un pizzico di cannella, noce moscata e pepe.
Al termine della prima fase di cottura, togliere la torta dal forno e versare sopra la crema bianca, la crema alla zucca ed infornare nuovamente, abbassando il calore del forno a 160° per altri 30 minuti.
La cheesecake sarà cotta quando si formerà un cupoletta sopra (che poi si appiattirà una volta raffreddata).
Lasciarla raffreddare.
Montare la panna acida (si può usare anche lo yogurt greco con un cucchiaio di succo di limone) con lo zucchero a velo vanigliato e un pizzico di cannella.
Versare sopra la cheesecake fredda e con i rebbi di una forchetta formare delle strisce.
Mettere in frigo a riposare per almeno 4 ore.



Che dire, la crema alla zucca speziata è qualcosa di veramente goloso, che bene si sposa con l'acido della panna acida... 
Assolutamente da provare..

19 settembre 2014

SPIEDINO DI CAPRESE

Oggi vi voglio postare una ricetta facilissima, velocissima, banalissima, ma non per questo da sottovalutare..E' un incontro di tre ingredienti che sono alla base di molti piatti italiani, la mozzarella, il pomodoro e il pane. Il tutto per formare la famosa "caprese" in versione spiedino..Da gustare sia come antipasto che come un secondo piatto leggero..Io l'ho servita con un'insalatina e condita con un filo di olio extravergine..Buona, fresca e salutare..


INGREDIENTI:
(per 4 spiedini)
Due pomodori
Due mozzarelle piccole
4 fette di pancarrè integrale
Olio extravergine
Erba cipollina (si può sostituire con l'origano, ma a me non piace)
pepe e sale

PREPARAZIONE
Tagliare il pomodoro e la mozzarella a fette e con un coppapasta rotondo rifinire la forma (si può anche lasciare così).
Cuocere su una piastra il pane da entrambi i lati spolverizzando con dell'aglio (se si usa l'aglio fresco passarlo sulle fette),
Fare dei cerchi anche con la fetta di pancarrè (me ne sono usciti due per fetta).
Iniziare a preparare gli spiedini come la fantasia vi suggerisce.
Servire su un'insalata con un filo di olio extravergine, spolverizzando di erba cipollina, sale e pepe..


Con la presente ricetta partecipo al contest "Pomodoro&Mozzarella" del Blog "La Scimmia Cruda":



17 settembre 2014

TORTA CACAO E FICHI

..I fichi quest'anno ho fatto fatica a trovarli.. Ho trovato solo i fichi d'India anche se per questa torta li sconsiglio a causa dei suoi semini duri come rocce.. Chi ha la possibilità di avere i fichi consiglio vivamente di usare questi ultimi..Il fico d'India è buono ma i semini....Arghhhh... Comunque la torta è venuta buonissima nonostante il fastidioso rischio di rottura denti..Li ho accompagnati con una crema alla ricotta e latte condensato stesa sulla superficie..Una goduria da provare...


INGREDIENTI:
( per una tortiera da 22 cm)
60gr di farina 00
40gr di farina integrale
80gr di fecola di patate
50gr di cacao amaro
50 gr di mandorle
150gr di zucchero semolato
150gr di burro
1 cucchiaio di Brandy
4 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
300gr di fichi non troppo maturi (io ho usato i fichi d'India, ma i semini infastidiscono abbastanza)
Due fichi per decorazione
confettura di albicocche
 succo di mezzo limone
250gr di ricotta
latte condensato (a piacimento, mettetene poco alla volta e assaggiate)

PREPARAZIONE
 Lavate i fichi e sbucciateli: metteteli in una ciotola e schiacciateli con una forchetta, unendo il Brandy.
Tritate le mandorle e setacciatevi sopra le due farine, la fecola, il lievito e il cacao.
Sciogliere il burro e lasciatelo raffreddare.
Separate i tuorli dagli albumi, e montate questi ultimi a neve fermissima: aggiungere lo zucchero ai tuorli e montateli
Unire la miscela di farine e cacao, poco alla volta, sempre montando con la frusta. Aggiungere il burro fuso. 
Aggiungere la polpa dei fichi, sempre montando il tutto con la frusta. 
Incorporare delicatamente gli albumi montati a neve e trasferite l'impasto in una tortiera imburrata ed infarinata.



Cuocere il tutto per circa 60 minuti (fare sempre la prova stecchino) a 180° (forno statico).
Mischiare la ricotta con il latte condensato e spalmate la crema a cucchiaiate sulla superficie della torta. Decorate con i fichi tagliati a fette e spennellateli con la confettura di albicocche alla quale avrete aggiunto il succo di mezzo limone.







16 settembre 2014

CARTOCCIO DI PESCE

..Tenere aggiornato un blog non è così semplice..Per attirare l'attenzione delle persone bisogna cercare di personalizzarlo in modo che possa distinguersi dai mille food blog che ormai popolano il mondo virtuale..Prima di aprire il mio ho passato anni a seguire altri blog, soffermandomi spesso sempre sugli stessi..Il motivo erano solo due: l'originalità e facilità della ricetta o la bellezza della fotografia del piatto. Alla fine, anche se si tratta di cucina, al primo impatto non conta la bontà, il gusto, ma la presentazione del piatto o della ricetta. Certo, poi sta al Food Blogger proporre anche piatti mangiabili, ma anche l'occhio vuole la sua parte e in Internet questo senso è fondamentale. 
Io, amando la fotografia, ho deciso di curare più l'aspetto estetico della foto ed è per questo che molte volte non riesco a pubblicare ricette, perchè se la foto finale del piatto non soddisfa i miei canoni molto rigidi e critici non riesco a condividerla con voi..
Ed è quello che mi è successo questo weekend..Orgogliosa di aver sfornato tanti piatti, poi al momento di scaricare la macchina fotografica non trovare nemmeno una foto da pubblicare..Un disastro visto che il soggetto ormai era già stato consumato..

Dura la vita di noi Food Blogger..

Così per questo post ho scelto più la facilità e l'originalità della ricetta che la foto..
Una ricetta nata per caso, volevo fare degli spiedini di pesce, ma non avevo la cosa fondamentale, gli spiedini di legno!
Così ho optato per questo cartoccio, a mio avviso, la cottura migliore per assaporare tutta l'essenza e il vero sapore del pesce..
Facile, veloce e soprattutto buonissimo..


INGREDIENTI
(per 3 cartocci)
3 tranci di salmone
400 gr (anche di più) di code di mazzancolle
due zucchine
pomodorini
salsa di soia
olio extravergine
limone
prezzemolo
pepe

Tagliate i tranci di salmone a cubetti e togliete il carapace dalle mazzancolle e mettetele in tre pezzi di carta alluminio. Aggiungere le zucchine tagliate a cubetti e i pomodorini tagliati. 
Preparare una salsina con salsa di soia, olio, limone e pepe.  Versarla sopra il pesce e le verdure e chiudere i cartocci con un altro pezzo di carta alluminio, sigillando bene i bordi.



Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20minuti. 
Aprire un pò il cartoccio, versare il prezzemolo tritato, mescolare il tutto e servire su un piatto con la carta stagnola semi aperta e uno spicchio di limone.



Con questa ricetta partecipo al contest "Sorpresa: le meraviglie della cucina al cartoccio" del Blog IdeeInPasta:






14 settembre 2014

COTOLETTE CON RIPIENO CREMOSO

Dopo giorni dedicati ai dolci oggi pubblicherò una ricetta per un secondo piatto davvero sfizioso. L'idea l'ho presa da un libro di cucina che ho comprato questa estate, naturalmente l'ho modificata a mio piacimento, ma l'idea di base è  qualcosa di veramente curioso: una cotoletta con un ripieno cremoso, che al primo taglio vi inonderà il piatto di una soffice crema gialla che renderà la triste cotoletta di tutti i giorni in un qualcosa di veramente esplosivo...Non sarà più un semplice piatto adatto solo ai bambini..Diventerà un ottimo secondo anche da servire per una cena particolare..
Il segreto sta nella besciamella che dovrà essere bella soda...


INGREDIENTI:
(per 4 cotolette)
4 fette di carne di vitello (abbastanza lunghe, si può usare anche il pollo o il tacchino)
1 tuorlo
2 uova
pangrattato
20 gr di formaggio grattugiato
erba cipollina
olio extravergine di oliva (o altro olio per frittura)
sale e pepe

Per la besciamella:
500gr di latte parzialmente scremato
100gr di fecola di patate (o farina)
25 gr di burro
un pizzico di sale
noce moscata
pepe

PREPARAZIONE:
Iniziare a preparare la besciamella (si può fare anche la sera prima per il giorno dopo o la mattina per la sera): sciogliere il burro in un pentolino, aggiungere il latte nel quale avrete sciolto la fecola poco alla volta sempre mescolando. Lasciar cuocere per circa 5 minuti dopo il bollore, sempre mescolando. Aggiungere la noce moscata, il sale e il pepe. Lasciar raffreddare.
Una volta freddata aggiungere un tuorlo e il formaggio grattugiato e metterla da parte.
Prendere le fette di carne (devono essere un pò spesse così riuscirete meglio a contenere il ripieno) e battetele con il batticarne: spalmate la besciamella soda sulla metà della fetta e chiudere a portafoglio. 
Passate le fette nelle uova sbattute con un pizzico di sale e poi nel pan grattato miscelato con l'erba cipollina: ripetere l'operazione per sigillare meglio i bordi. 


Friggere le cotolette in olio caldo finchè non saranno ben dorate.
Metterle su carta assorbente, spolverare di sale e servire subito..







11 settembre 2014

COOKIES CON CUORE DI BURRO DI ARACHIDI

Come vi avevo anticipato ieri nella ricetta del burro di arachidi, oggi vi presento i biscotti che ho sfornato ripieni di questo alimento così famoso e importante negli States.. E perché non unirlo ai famosissimi e americani cookies? Il risultato è un biscotto buonissimo, a dir poco eccellente, perfetto sotto ogni punto di vista (meno dalla vita in giù!).. Mamma mia, il sapore delle arachidi e la croccantezza del cookies al cioccolato è qualcosa di indescrivibile..Solo provandolo potrete darmi ragione..Naturalmente è un dolce con la D maiuscola..Non c'è niente di light, c'è tutto quello di più grasso che c'è al mondo..E' un peccato di gola che bisogna assolutamente fare: anche solo con un biscotto rimarrete soddisfatti all'ennesima potenza.. Ve lo assicuro!


INGREDIENTI:
(per circa 15 cookies medi/grandi)
120 gr di burro morbido
80gr di zucchero semolato
60gr di zucchero a velo vanigliato
80gr di zucchero di canna
1/2 bustina di lievito per dolci
250gr di farina 00
2 cucchiai di cacao amaro
2 uova

150 gr di burro di arachidi
zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE
Iniziamo preparando l'impasto dei cookies: montare lo zucchero con le uova ed il burro morbido, fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere il cacao e il lievito, amalgamare il tutto: aggiungere  poco alla volta la farina continuando a montare.
Lasciare riposare l'impasto per circa un paio di ore.
Preparare il ripieno: mischiare lo zucchero a velo con il burro di arachidi fino ad ottenere un impasto non appiccicoso, abbastanza maneggiabile. Formare delle piccole palline (aiutandovi sempre con le mani sporche di zucchero a velo) ed appiattirle; lasciarle riposare in frigo.
Nel frattempo preparare tante palline con l'impasto dei cookies (aiutandovi con della farina). Riprendete il ripieno.
Schiacciate la pallina di cookies, inserirvi la pallina schiacciata di ripieno e richiudete formando una palla. Mettetela sulla carta da forno e con due dita sporche di zucchero a velo appiattire la pallina. Fate così fino a finire tutto l'impasto.


Spolverizzare la superficie dei cookies con abbondante zucchero a velo e mettere in forno a cuocere per circa 20 minuti a 180° (o 160° e per 15 minuti con forno ventilato).
Sfornare e lasciare raffreddare.
Conservare in una scatola di latta per qualche giorno.


"...Un cookies ripieno di burro di arachidi al giorno toglie la malinconia di torno..."


Con questa ricetta partecipo al contest "Una anno di colazioni: i biscotti" di LetiziaInCucina in collaborazione con FimOra:



10 settembre 2014

BURRO DI ARACHIDI HOMEMADE

..Sono sempre stata attratta dai dolci americani: burrosi, ricchi di uova e zucchero e soprattutto pieni di burro di arachidi. Quest'ultimo ingredienti è stata una piacevole sorpresa, non l'avevo mai assaggiato, ma in TV nei programmi americani era l'ingrediente più importante, onnipresente in ogni preparazione o quasi. Così ho pensato di provarlo a fare anch'io. Sinceramente appena fatto non mi è piaciuto affatto, anzi ero quasi disgustata, ma il giorno dopo l'ho trovato molto gradevole. 
..Ora capisco perché gli Americani vanno pazzi per questo alimento.. La preparazione è semplicissima, un po' meno la pulitura delle arachidi, ma se si ha bambini l'operazione non sarà così faticosa (sperando non mi denuncino per sfruttamento di minori).
Domani pubblicherò la ricetta dei biscotti che ho fatto usando il burro di arachidi: vi anticipo che sarà qualcosa di tipicamente americano, burroso, zuccheroso e soprattutto burro di arachidoso..


INGREDIENTI
(per un vaso quattrostagioni 0,15)

150gr di arachidi sgusciate
10 gr di olio di semi di arachide 
un cucchiaino di zucchero di canna
2 gr di miele

PREPARAZIONE
Sbucciare le arachidi e metterle sulla leccarda del forno: infornare a 160° (forno ventilato) per circa 8 minuti (non farle diventare troppo scure).
Lasciarle raffreddare e metterle in un tritatutto insieme all'olio, lo zucchero di canna e il  miele: frullare il tutto, finchè non otterrete una crema densa ed omogenea.
Versatela nel barattolino e chiuderlo ermeticamente con il suo tappo in modo da poterlo tenere in frigo anche per un paio di settimane. 



Una merenda sana per tutti, nonostante l'alto contenuto di grassi (perlopiù grassi buoni, come quelli dell'olio extravergine di oliva), questo alimento è un'ottima fonte di proteine vegetali e fibre.



8 settembre 2014

PATATE RIPIENE

Il piatto di oggi può essere definito sia come un piatto unico, che come contorno per un secondo leggero. Io per esempio l'ho servito come contorno del carpaccio di polpo, quindi la leggerezza del pesce è stata ben completata dalla "pesantezza" piacevole di queste patate. Il segreto dell'ottima uscita di questo piatto è la cottura delle patate, non devono essere troppo molli, altrimenti si sfalderebbero tutte durante il riempimento, né troppo dure, altrimenti risulteranno poco digeribili e non piacevoli al gusto. La prova forchetta è sempre la migliore, i rebbi devono sprofondare nella patate senza resistenza e senza sfracellarla..


INGREDIENTI
(per 4 persone)
4 patate medie
100 gr di gamberetti
250 gr di latte parzialmente scremato
15 gr di burro
30 gr di fecola di patate
noce moscata
un tuorlo
prezzemolo
olio extravergine di oliva
sale e pepe
pane grattugiato

PEPARAZIONE
Mettere a cuocere al vapore le patate per circa 30 minuti (valutate sempre con la prova della forchetta la giusta cottura); potete anche farle bollire sempre per lo stesso tempo.
Lasciate intiepidire: preparate una besciamella leggera, mettendo su un pentolino il latte, con la fecola, il burro, un pizzico di sale e di noce moscata e cuocerli fino ad avere una crema densa.
Lasciate intiepidire anche la besciamella.
Sbucciate le patate, tagliate via la calotta e con un cucchiaino scavate la polpa e mettetela in una ciotola.
Schiacciate la polpa avanzata con una forchetta, aggiungete la besciamella tiepida, un tuorlo, i gamberetti, un po' di prezzemolo, sale e pepe.
Inserite il ripieno nella patata, e mettetele su una teglia coperta da carta forno, irroratele con un filo di olio e spolverizzate con del pan grattato. 




Infornate a 180° per circa 15 minuti,


Servite calde.



4 settembre 2014

CROSTATA DI FARRO, ricotta e mele

..Ultimamente ho iniziato ad avvicinarmi ad altre farine, ad associare alla famosa farina 00 altri generi, farine che provengono da frumento che si coltivava anticamente. Il farro è stata una scoperta molto piacevole, ormai lo mangio una volta a settimana, e sapere che è una delle coltivazioni più antiche e che il termine "farina" derivi proprio dal farro mi rende ancora più determinata ad introdurlo regolarmente nella mia alimentazione..E invito tutti a farlo perché anche all'interno di una torta, il suo sapore è molto piacevole, più naturale, più sano..


INGREDIENTI
(per una tortiera di 22cm)
per la pastafrolla:
150gr di farina di farro integrale 
100gr di farina 00
un cucchiaino di lievito
120gr di burro freddo
100gr di zucchero a velo
1 uova
la scorza grattugiata di un limone
sale

Per il ripieno:
150gr di ricotta
100gr di yogurt greco
3 mele
80 gr di zucchero di canna
1 uovo
un cucchiaio di cannella 
3 biscotti secchi tritati
latte per spennellare

PREPARAZIONE
Io uso il farro intero e lo trito finemente con l'aiuto del Bimby (per risparmiare qualche euro).
Impastare tutti gli ingredienti della pastafrolla fino ad ottenere un composto elastico e lasciarlo riposare in frigo per circa una mezz'oretta.
Nel frattempo preparare il ripieno: sbucciare le mele e grattugiatele.
Frullate lo yogurt, la ricotta, l'uovo, lo zucchero e la cannella e unite le mele.
Stendete la pasta frolla su un piano infarinato e adagiatela in una tortiera  coperta da carta forno: rifinite i bordi con un coltello e tenete da parte la pasta avanzata.
Spolverizzate la pasta con i biscotti secchi tritati e versateci il composto di mele e ricotta. Con la pasta avanzata formate delle strisce e spennellate il tutto con un po' di latte.

Infornate in forno caldo a 180° per circa 45/50 minuti.



L'interno rimane bello umido e molliccio, la croccantezza della pasta frolla rende il tutto perfettamente equilibrato.




2 settembre 2014

TRAMEZZINI FANTASIA

..Chi non ama i tramezzini?! Questi panini triangolari che si prestano ad ogni farcitura o ripieno. Adatto a tutte le stagioni, in estate e primavera per un pic nic sul prato e in autunno ed inverno per una pranzo veloce e gustoso.. Amati dai bambini, le star di ogni buffet o aperitivo; diciamolo un piatto così povero e semplice, ma così ricco di sostenitori e fan.. 
Il tramezzino che vi propongo oggi è un panino leggero, ma dal ripieno ricco e saporito, con un pizzico di piccante.. 


INGREDIENTI
(per 4 tramezzini)
6 fette di pancarrè integrale
2 uova 
80 gr di ricotta
40 gr di formaggio a pasta dura (io ho usato il Branzi)
semi di papavero
semi di sesamo
un pizzico di peperoncino tritato 
olio extravergine, sale e pepe

PREPARAZIONE
Iniziare cuocendo le uova in acqua, 8 minuti dal bollore.
Lasciare raffreddare e sgusciatele: schiacciatele con una forchetta, aggiungete un filo di olio e una manciata di semi di papavero.
In una terrina mescolare la ricotta con il formaggio grattugiato con la grattugia a fori grossi, i semi di sesamo e il peperoncino tritato. Aggiustare di sale e pepe.
Tagliare la crosta alle fette di pancarre' e dividerli in due triangoli.


Spalmare la crema di uova su 4 triangoli e la crema di ricotta su altri 4 triangoli. 
Formare i tramezzini: sovrapponete i triangoli con la crema di uova sopra quelli di crema alla ricotta e chiudere con i triangoli avanzati.


Ideali da portare al lavoro, per un pic nic, o per altre ricorrenze..
I tramezzini sono un jolly sia a pranzo che a cena, e perchè no, anche a merenda.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...